Accesso a strumenti di finanziamento

CETMA è in grado di sviluppare una vasta e variegata offerta di servizi di supporto all’innovazione per le imprese e per le istituzioni. Per affrontare le sfide attuali e per cogliere nuove opportunità, CETMA supporta ed accompagna le PMI nella partecipazione a bandi di finanziamento europei, nazionali e regionali.

Bando Start-up e imprese innovative accompagnate e supportate dal 2015
Cluster Tecnologici 6
Factory 4
Innoaid 7
Innolabs 6
Innonetwork 5
Pass Imprese 1
PIA 28
PIN 3
Tecnonidi 17
Disegni+ 76
Brevetti+ 5
Totale 158

BANDI PNRR: I SERVIZI DI CETMA A SUPPORTO DELLA TUA CANDIDATURA

Con il suo team di esperti, CETMA affianca imprese ed enti pubblici nella progettazione e nella candidatura ai bandi PNRR attraverso un servizio di consulenza altamente qualificato e multidisciplinare.
I bandi PNRR rappresentano un’occasione unica per soggetti pubblico/privati, per la rigenerazione del proprio patrimonio immobiliare e culturale.
CETMA è al vostro fianco per supportarvi nella candidatura ai bandi PNRR di vostro interesse, attraverso una serie di servizi:
• Sviluppo dell’idea progettuale (materiali e soluzioni innovative)
In base alla tipologia di bando e ai requisiti di ammissibilità si potranno proporre soluzioni progettuali innovative, come l’uso di materiali ecosostenibili, monitoraggio strutturale, allestimenti innovativi di spazi multifunzionali di fruizione e altro;
• Acquisizione e analisi documentale
Supporto all’acquisizione e all’analisi della documentazione richiesta dal bando (documentazione tecnico catastale, notarile, ecc.);
• Compilazione documenti candidatura
Supporto alla compilazione delle schede di candidatura e degli allegati richiesti dai bandi (descrizione dell’intervento, quadro economico, scheda di progetto, layout e schemi grafici, documentazione fotografica, ecc.);
• Rilievo strumentale

CETMA è un'organizzazione di ricerca e tecnologia, tra i più grandi centri di ricerca privati in Italia non direttamente collegati a grandi aziende.
In 25 anni di esperienza al fianco di PMI e Pubbliche Amministrazioni ha gestito oltre 1300 progetti, per un valore complessivo superiore a 180 milioni di euro.

Bandi Europei

Horizon Europe è il Programma quadro dell’Unione europea per la ricerca e l’innovazione per il periodo 2021-2027. È il successore di Horizon 2020 e rappresenta il più vasto programma di ricerca e innovazione transnazionale al mondo.

Finanzia attività di ricerca e innovazione – o attività di sostegno a R&I – e lo fa principalmente attraverso inviti a presentare proposte (call for proposals) aperti e competitivi. Il Programma è attuato direttamente dalla Commissione europea (gestione diretta). Le attività di ricerca e innovazione finanziate da Horizon Europe devono concentrarsi esclusivamente su applicazioni civili.

Il Cascade Funding, anche conosciuto come Third Party Financial Support, è un meccanismo della Commissione europea che distribuisce piccoli importi di fondi pubblici in modo più agile, sostenendo temi specifici come l'incorporazione di nuove tecnologie, la promozione di start-up ecc.

Questo meccanismo offre fondi, che vanno da 50.000 a 150.000 euro, a start-up e PMI nei settori riguardanti aree digitali, come Industria 4.0, dati, sistemi embedded, tecnologie blockchain e risparmio energetico.

LIFE Programme è lo strumento di finanziamento dell'UE per l'ambiente ed il clima. L’ultimo ciclo del programma prevede un ampliamento del settore d'azione, che riguarda anche l'efficienza energetica le energie rinnovabili. Il nuovo programma è stato costruito sulla base degli impegni presi in campo internazionale e degli obiettivi elencati nel Green Deal europeo.
In particolare, le attività previste dal programma si dividono in:

- Ambiente, suddiviso in "Natura e biodiversità" e "Economia circolare e qualità della vita";
- Azione per il clima, suddiviso in "Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici" e "Transizione all'energia pulita".

Interreg Europe è un programma di cooperazione cofinanziato dall'Unione Europea, con l'obiettivo di ridurre le disparità nei livelli di sviluppo, crescita e qualità della vita nelle e tra le regioni d'Europa. Il programma si sviluppa dal 2021 al 2027 con un budget di 379 milioni di euro per aiutare i governi locali, regionali e nazionali in tutta Europa a sviluppare e realizzare una politica migliore.

Il finanziamento con i fondi della BEI è un credito a medio e lungo termine, finalizzato a supportare i progetti d’investimento di piccole e medie imprese e di imprese a media capitalizzazione (Mid Cap).

I progetti finanziabili riguardano nuovi investimenti materiali e immateriali e relative spese o necessità di capitale circolante legata alla normale attività produttiva e commerciale dell’azienda.
Le imprese possono essere operanti in qualsiasi settore, purché diverso da quelli esplicitamente esclusi da BEI. Il beneficio finanziario per l'impresa è dato dall'applicazione di uno spread inferiore a quello di norma applicato ai finanziamenti ordinari, per la presenza delle risorse della Banca Europea per gli Investimenti.

Bandi Nazionali

Gli Accordi per l’innovazione finanziano progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle seguenti aree di intervento riconducibili al secondo Pilastro del Programma quadro di ricerca e innovazione “Horizon Europe”.

I contratti di sviluppo rappresentano il principale strumento agevolativo dedicato al sostegno di programmi di investimento produttivi strategici ed innovativi di grandi dimensioni.
Lo strumento può finanziare, programmi di ricerca, sviluppo e innovazione e opere infrastrutturali con importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili non inferiori a 20 milioni di euro, ovvero a 7,5 milioni di euro qualora il programma riguardi esclusivamente l’attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Il bando Disegni+ agevola le imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli e mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI per rafforzarne la competitività sui mercati nazionale e internazionale.

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la sua messa in produzione e/o per la sua offerta sul mercato.

È prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di euro 60.000,00 per impresa.

Il bando Brevetti+ mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sui mercati nazionale ed internazionale.

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici relativi a:

Industrializzazione e ingegnerizzazione
Organizzazione e sviluppo
Trasferimento tecnologico

È prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di € 140.000 (centoquarantamila/00).

Smart&Start Italia è uno strumento agevolativo finalizzato a promuovere, su tutto il territorio nazionale, le condizioni per la diffusione di nuova imprenditorialità e sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
La misura agevolativa è riservata alle startup innovative, localizzate su tutto il territorio nazionale, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro imprese.

“Cultura Crea” sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell'industria culturale-turistica che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
Alle imprese, inclusi i team di persone che vogliono costituire una società, e ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale e turistica.

l Programma Operativo Nazionale (PON) del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, intitolato “Per la Scuola - competenze e ambienti per l’apprendimento” è finanziato dai Fondi Strutturali Europei e contiene le priorità strategiche del settore istruzione.
È rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole del I e del II ciclo di istruzione di tutto il territorio nazionale e punta a creare un sistema d'istruzione e di formazione di elevata qualità, efficace ed equo offrendo alle scuole l’opportunità di accedere a risorse comunitarie aggiuntive rispetto a quelle già stabilite dalla “Buona Scuola”.

Bandi Regione Puglia

I bandi PIA Piccole Imprese e PIA Medie Imprese della Regione Puglia è una delle più recenti misure per aiutare le piccole e medie imprese pugliesi ad innescare processi di innovazione e crescita attraverso un finanziamento economico e a un programma di agevolazioni integrate.
Hanno l’obiettivo di coinvolgere le piccole e medie imprese nei processi di sviluppo, favorendo gli investimenti in ricerca e innovazione.

L'Avviso Pubblico InnoNetwork ha l’obiettivo di favorire l'unione tra ricerca e impresa in un sistema virtuoso, per realizzare progetti innovativi che sostengano lo sviluppo intelligente, sostenibile e inclusivo a vantaggio del territorio e delle comunità.

Possono partecipare imprese di grandi, medie e piccole dimensioni e i loro Consorzi, oltre che i liberi professionisti organizzati in rete.

Attraverso l'Avviso pubblico Innoaid, la Regione Puglia intende sostenere le imprese nell'acquisto di servizi per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale.

L'iniziativa finanzia progetti di innovazione legati alle seguenti tre Aree di Innovazione:

• Area di innovazione Manifattura sostenibile
• Area di innovazione Salute dell'uomo e dell'ambiente
• Comunità digitali, creative e inclusive

Attraverso l'Avviso pubblico Innoprocess, Regione Puglia vuole supportare le micro, piccole e medie imprese nella realizzazione di soluzioni ICT (Tecnologia dell'informazione e della comunicazione) come commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica, coerentemente con la strategia di smart specialisation.

Obiettivo dell'iniziativa è ampliare il numero delle imprese regionali che fanno ricorso a servizi digitali innovativi, applicazioni hardware e software finalizzati a innovare la sfera produttiva, organizzativa e di mercato dell’impresa.

Innoprocess intende favorire l'incremento della domanda di innovazione da parte delle imprese e l'attivazione di processi virtuosi di innovazione utili alla crescita delle aziende e della competitività del sistema produttivo pugliese.

NIDI è il fondo attraverso cui la Regione Puglia sostiene, con contributi a fondo perduto e prestiti rimborsabili, persone che hanno perso il lavoro, giovani e donne che vogliono avviare studi professionali associati o microimprese, costituite da meno di 6 mesi o non ancora costituite, micro e piccole imprese esistenti che vogliono realizzare un subentro generazionale nella propria gestione, dipendenti che intendono salvaguardare la propria occupazione rilevando le imprese in crisi o le imprese confiscate per cui lavorano.

Attraverso il fondo TecnoNidi, la Regione Puglia sostiene le startup e imprese innovative di piccola dimensione, iscritte da non più di 5 anni al Registro delle imprese, che intendono realizzare piani di investimento in ambito tecnologico.

I piani di investimento devono riguardare le seguenti aree e filiere di innovazione:

• Area manifattura sostenibile
• Area salute dell’uomo e dell’ambiente
• Area comunità digitali, creative e inclusive

EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol