News

Se Cervantes fosse nato qualche secolo più tardi, probabilmente avrebbe fatto combattere il suo Don Chisciotte contro le macchine a giostra per lo stampaggio rotazionale. Entrare nei capannoni che ospitano questi impianti è come fare un salto nei barbecue progettati per i ciclopi, dove si cucinano prodotti di grandi dimensioni e si attende pazientemente la trasformazione delle polveri. L’esperienza di ricerca e sviluppo in Giurgola ha avuto il sapore della sfida, come operare innovazione formale e tipologica senza stravolgere tecniche e lavorazioni in uso dalle origini per la realizzazione degli stampi. La poltrona KLIMT è un trionfo di taglia e cuci di lamiere per regalare morbide sinuosità e curve ergonomiche al futuro cliente, generando forme plastiche partendo da fogli un tempo perfettamente piani.

Chi è Andrea Giurgola?

Ho 26 anni e sono responsabile Ricerca e Sviluppo della Giurgola. Lavoro nell’azienda di famiglia da cinque anni, dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica, è stata una scelta naturale. Da bambino, infatti, andavo spesso in ditta a trovare mio padre. Negli anni ho seguito le varie trasformazioni aziendali, ho visto crescere il marchio Kloris e l’ho seguito sin dalle prime manifestazioni fieristiche dove sono stati presentati i nostri prodotti. Le mie grandi passioni restano comunque il calcio, il Lecce soprattutto, e i viaggi.

Di cosa si occupa la Giurgola e quali sono le traiettorie di innovazione ad oggi individuate?

Il marchio Giurgola nasce alla fine degli anni 70 e in trenta anni di attività ha saputo diversificare la sua offerta di prodotti abbracciando diversi rami di competenza. Fino a 10 anni fa la produzione era solo concentrata sui contenitori per la raccolta e lo stoccaggio di fluidi alimentari e idrocarburi in ferro zincato e acciaio inox. A partire dal 2004 una nuova linea di produzione per la realizzazione di contenitori in polietilene si affianca a quelle preesistenti. Successivamente, grazie all’esperienza maturata in questi ultimi anni nei nuovi sistemi di produzione, l’azienda, intuendo l’estrema versatilità del polietilene, ha iniziato a realizzare nuovi prodotti che lasciano ampio spazio alla creatività. Nasce il marchio Kloris. Esperienza dunque, ma anche ricerca, tecnologia, automazione, tempestività nella produzione e nella consegna. Queste sono le componenti principali del sistema produttivo Giurgola, ed è infatti di questi giorni l’avvio del nuovo stabilimento di zincatura a caldo della ZincoGam S.p.a. (società del gruppo), impianto tecnologicamente avanzato con vasca di zincatura a caldo di mt.13 che ci consentirà la zincatura dei serbatoi di grosse capacità.

I prodotti in rotational moulding vivono nelle imprese e nelle case, spesso sono considerati insostituibili per leggerezza, trasporto e installazione, spesso troppo “cheap” ed ingombranti. Qual è la posizione Giurgola in merito?

Non consideriamo il prodotto “cheap”, l’offerta attuale dimostra che è possibile realizzare articoli dall’alto contenuto di design che coniugano anche elementi di funzionalità e resistenza che altri materiali non riescono ad offrire. A questo, si aggiungono le proprietà di leggerezza e facilità di installazione, caratteristiche che rendono tali prodotti unici. Tutte le nostre produzioni sono caratterizzate dall’estrema attenzione alle fasi di lavorazione e alla selezione delle materie prime per garantire un prodotto finale eccellente e interamente italiano.

Ci racconti qualcosa del set da giardino KLIMT + HANOI

L’idea di creare un set da giardino è nata con l’obiettivo di sviluppare una metodologia per integrare particolari soluzioni di design nel settore dell’arredo su manufatti in stampaggio rotazionale. Il tavolo HANOI e la poltrona KLIMT costituiscono un set da giardino in materiale termoplastico, ideale sia per ambienti interni che esterni, con particolare attenzione agli aspetti ergonomici della poltrona. I prodotti sono realizzati mediante l’accoppiamento di due parti distinte, una soluzione che consente di realizzare differenti configurazioni andando a differenziare sia il colore che la finitura superficiale tra le due parti in quanto stampate separatamente e poi assemblate tra di loro. Entrambi i prodotti, tavolo e poltrona, sono stati registrati presso l’UAMI per tutelarne il design.

La collaborazione con il CETMA. Benefici e impressioni raccolte durante l’esperienza di collaborazione.

La professionalità del CETMA è sicuramente indiscutibile. Un team di lavoro giovane e serio che ci ha accompagnato dalle prime alle ultime fasi del progetto. Personalmente è stata una piacevole esperienza, mi ha fatto crescere da ogni punto di vista, tenendo anche conto che è stata la mia prima esperienza lavorativa in questo ambito. A mio avviso, l’opportunità di ottenere agevolazioni mediante fondi regionali, nazionali ed europei è molto importante per le PMI, spero vivamente che in futuro ci siano altre possibilità per continuare ad investire in ricerca e sviluppo attivando iniziative analoghe.

Cosa si aspetta dal futuro?

Per il futuro ho grandi desideri, speranze e progetti. Spero sempre che ci sia lavoro, per tutti. Non si finisce mai di crescere e darò sempre il massimo per imparare cose nuove. E magari il Lecce tornerà in serie A!



Set da giardino KLORIS composto dalla poltrona KLIMT e dal tavolo HANOI – CETMAdesign - (Disegno/modello multiplo nazionale registrato - LE2011O000005)



Andrea Giurgola

Responsabile R&S, Giurgola S.r.l.

Via Lecce 242 (Zona Industriale) - Galatina (LE) - Italy

tel. +39 0836 562826

direzione@giurgola.com

www.giurgola.com;www.kloris.com






VENTI.VOLTE.VOLTI. è un progetto della divisione di Design del CETMA.

© Copyright – CETMA 2016 - Tutti i diritti riservati

Ogni diritto sui contenuti del progetto è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto nel progetto VENTI.VOLTE.VOLTI (tra cui testi, immagini ed elaborazioni grafiche) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.