News

High quality plastic from recycled used diapers

Continua il sodalizio tra CETMA e Fater

I prodotti assorbenti per la persona rappresentato il 3% dei rifiuti solidi urbani (900.000 tonnellate/annue in Italia). Fater ha sviluppato un processo di riciclo che genera plastica in granuli e materia organico-cellulosica di elevata qualità, completamente sterilizzate, da prodotti assorbenti post-consumo. Da 1 tonnellata di prodotti usati deriveranno 95kg di plastica e 280kg di materia organico-cellulosica.

All’inizio del 2015 è stata avviata presso Contarina spa a Lovadina di Spresiano (TV) la sperimentazione del processo di riciclo su scala industriale. La fase di sperimentazione prevede la possibilità di processare fino a 1.500 tonnellate annue, così come da autorizzazione della Regione Veneto.

Le potenzialità e le caratteristiche delle materie plastiche ottenute dal recupero dei prodotti assorbenti per la persona sono state analizzate nei laboratori del CETMA di Brindisi.

Si tratta di miscele di plastiche eterogenee (PP, PE e tracce di PET) aventi un grado di purezza, ripetitività e affidabilità delle prestazioni superiore ai prodotti da riciclo analoghi disponibili in commercio.

Attraverso un approccio multidisciplinare, i tecnici del CETMA hanno analizzato le caratteristiche fisico/meccaniche delle plastiche, individuato e sperimentato i possibili processi di trasformazione e stabilito i possibili settori di utilizzo. Lo studio ha visto anche lo sviluppo e produzione di gadget prototipali mediante stampaggio rotazionale e stampaggio a iniezione. Infine, attraverso metodologie avanzate di sviluppo prodotto, i designer del CETMA hanno ideato e progettato prodotti per l’infanzia e per utenti anziani (contenitori, giocattoli, arredi, ausili) da realizzare facendo uso delle plastiche da riciclo.

Il CETMA continua a supportare Fater anche in questa fase di industrializzazione e chiusura della filiera, attraverso l’analisi di qualità delle plastiche ottenute dall’impianto industriale e l’ingegnerizzazione di alcuni dei prodotti per l’infanzia sviluppati nella prima fase della collaborazione.

Sull’onda di tale sodalizio, i ricercatori del CETMA nutrono l’alta ambizione di replicare il modello Veneto di recupero dei prodotti assorbenti per la persona anche in Puglia, coinvolgendo imprenditori interessati a investire nel settore del riciclo. Le opportunità sarebbero molto interessanti, non solo in termini ambientali, ma anche industriali ed economici. La Puglia però rimane una delle regioni con i più bassi costi di smaltimento in discarica, che disincentivano la creazione di percorsi innovativi di raccolta differenziata.








Per maggiori informazioni, seguono i contatti delle persone di riferimento:
Antonella Tarzia
email: antonella.tarzia@cetma.it
tel. +39 0831 449423

Ubaldo Spina
email:ubaldo.spina@cetma.it
tel. +39 0831 449606