Le nostre tecnologie

Brevetto Europeo n. EP 2 543 985 B1, “METODOLOGIA NUMERICO-SPERIMENTALE PER LO STUDIO DEL COMPORTAMENTO VISCOSO DEI MATERIALI” (BIM-36)

Lo studio del comportamento viscoso dei materiali solidi, in funzione della temperatura, è effettuato generalmente tramite l’impiego di strumentazioni ottiche in grado di compiere misure senza alcun contatto con il campione da esaminare. Nonostante l’impiego della tecnologia ottica, il campione da esaminare per effetto viscoso interferisce con lo strumento di misura andando inevitabilmente a compromettere i risultati del test sperimentale portando all’inconveniente di ottenere risultati non attendibili e dati non ripetibili.

L’invenzione oggetto di questo brevetto, invece, riguarda lo sviluppo di una metodologia numerico-sperimentale per lo studio del comportamento viscoso dei materiali e per la valutazione dell’effettivo andamento della viscosità di un materiale. Essa comprende:

  • una configurazione di test sperimentale sviluppata ad hoc in grado di risolvere i problemi riscontrati nel test convenzionale e di ottenere un risultato sperimentale attendibile e ripetibile;
  • una simulazione numerica del test sperimentale per la determinazione della viscosità del materiale in funzione della temperatura.

La soluzione si presta allo studio di tutti quei materiali che, durante un processo, esibiscono contemporaneamente un ritiro ed una deformazione viscosa come, ad esempio, materiali ceramici, polimerici, materiali compositi ed altri.

In particolare, è applicabile a tutti i settori di produzione di manufatti in materiale ceramico tradizionale o avanzato, come idrosanitari ma anche piastrelle e stoviglie. Ed ancora, è applicabile al processo di produzione di palette di turbine per il settore aeronautico, aerospaziale ed energetico.