Le nostre tecnologie

IMPREGNAZIONE DI MATERIALI LAPIDEI (BIM-19)

Uno dei principali problemi del settore lapideo è quello relativo al miglioramento dell’efficienza dell’intera catena produttiva e in particolare la riduzione della quantità di sfridi di materiale che si generano nel processo di foratura e taglio, al fine di ridurre sia l’impatto ambientale che i costi di produzione.

I blocchi di pietra estratti dalla cava durante le operazioni di taglio e foratura propedeutiche alla realizzazione di manufatti lapidei, a causa della presenza di difetti (fessure e cricche) naturalmente presenti nella struttura, tendono a rompersi e a non essere idonei per le successive lavorazioni facendo si che oltre il 35% del materiale risulta essere inutilizzabile, generando sfrido da smaltire, oltretutto riducendo la capacità produttiva dei processi.

Grazie alle attività sperimentali condotte, supportate da attività di simulazione numerica, CETMA ha competenze specifiche sulla tecnologia per il consolidamento dei blocchi lapidei sia in termini di processo che di materiali idonei ad essere utilizzati come agenti consolidanti.

CETMA è quindi in grado di ottimizzare il processo di impregnazione delle cricche dei materiali lapidei in maniera sistematica, garantendo precise procedure per selezionare i materiali e i parametri di processo da adottare per garantire la corretta impregnazione dei blocchi.