News

I materiali destinati alla discarica risorsa per l'edilizia verde

Si avvia alla sua naturale conclusione il progetto europeo SUS-CON “SUStainable, innovative and energy-efficient CONcrete, based on the integration of all-waste materials”, coordinato dal Consorzio CETMA di Brindisi.

SUS-CON è un Progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma Quadro in uno dei bandi specifici per l’EEB (Energy Efficient Buildings), che mira a sviluppare tecnologie innovative per valorizzare ed integrare le materie prime seconde nel ciclo di produzione del calcestruzzo alleggerito, con l’obiettivo di creare un  prodotto realizzato al 100% con materiali da riciclo e caratterizzato da elevati valori di isolamento termico e quindi in grado di contribuire all’efficienza energetica degli edifici.  



Quattro anni di attività di ricerca e sviluppo, 16 Partner (fra centri di ricerca, università e imprese), 10 Paesi (Italia, Grecia, Olanda, Spagna, Turchia, Portogallo, Germania, Taiwan, Romania e Gran Bretagna), un unico obiettivo: trasformare materiale di scarto (come plastiche miste provenienti dalla selezione dei rifiuti solidi urbani, pneumatici a fine vita, schiume di poliuretano recuperate da frigoriferi dismessi e plastiche provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) destinato a essere smaltito in prodotti da costruzione innovativi ad alto valore aggiunto (in termini di prestazioni e tecnologie di processo messe a punto).

Solo nel 2012 (anno di inizio del progetto), il concept di un calcestruzzo innovativo e sostenibile costituito esclusivamente da materie prima seconde, senza l’utilizzo di risorse naturali sia come leganti che come aggregati, sembrava un obiettivo complesso da perseguire. Ma il consorzio dei partner ha raccolto la sfida e dopo quattro anni ha tradotto un obiettivo difficile in un risultato concreto. E’ fondamentale ricordare che l’industria delle costruzioni è fra le più energivore (la produzione del calcestruzzo poi lo è in modo particolare) ed ha un forte impatto ambientale anche per il consumo di materie prime. La messa a punto di tecnologie innovative sviluppate in SUSCON per l’integrazione di materie prime seconde nel processo di produzione del calcestruzzo ha permesso di dare una risposta a questo problema, sviluppando componenti per l’edilizia ad alte prestazioni (in termini di efficienza energetica) come i blocchi e pannelli a taglio termico a basso impatto ambientale.

Calcestruzzo pronto all’uso, blocchi e pannelli a taglio termico sono stati prodotti dai partner industriali e messi in opera per costruire, presso ciascuno dei tre siti dimostratori del progetto (in Spagna, Turchia e Romania) dei mock-up realizzati per monitorare in situ le performance dei componenti prefabbricati in termini di isolamento termico ed acustico.





Gli ultimi avvenimenti del Progetto hanno riguardato la convocazione dell’assemblea generale presso la sede del CETMA il 2 dicembre scorso e a seguire lo svolgimento del workshop conclusivo presso Palazzo Granafei Nervegna di Brindisi, dal titolo “Towards greener and more energy efficient buildings: novel construction materials and processes”, il 3 dicembre 2015.

Il workshop è stato organizzato da CETMA in collaborazione con il partner greco NTUA e ha ospitato, oltre ai risultati del progetto SUS-CON, anche interventi di importanti portatori di interesse del sistema dell’innovazione appartenenti al mondo delle costruzioni. Ospiti speciali dell’evento, nato con il supporto del Cluster europeo AMANAC “Advanced MAterials & NAnothecnology Cluster” (www.amanac.eu), i progetti europei ISOBIO, ECOBinder e LEEMA (che, insieme a SUSCON, fanno parte dell’Area tematica “Low Emboedied Energy”) e il progetto EFFEDIL, come caso studio nazionale.



Molta strada è stata fatta e i risultati del progetto sono ormai tangibili, ma il percorso non si conclude qui. Il prossimo passo riguarderà il trasferimento dei risultati dal mondo della ricerca a quello della produzione industriale. Questo è un tema assai cogente, tanto che la Commissione Europea sta mettendo in atto tutte le strategie possibili per facilitare questo passaggio e incrementare l’impatto dei progetti di ricerca sul sistema economico europeo. Una di queste strategie riguarda la selezione dei progetti più promettenti, ai quali dedicare spazio e supporto per facilitare la disseminazione dei risultati.

SUS-CON è stato selezionato dalla Commissione Europea come uno dei casi di maggior successo fra i progetti finanziati nell’ambito del 7° Programma Quadro, essendosi distinto per i risultati raggiunti nel campo dell’efficienza energetica negli edifici.

Video intervista al coordinatore del Progetto, ing. Alessandro Largo: https://www.youtube.com/watch?v=0Q31QiPigf0



Per maggiori informazioni, seguono i contatti della persona di riferimento:

Alessandro Largo

e-mail: alessandro.largo@cetma.it

tel. +39 0831 449406


www.sus-con.eu

https://www.facebook.com/pages/Sus-Con-Sustainable-Concrete/