News

Per raggiungere la ICAM da Sud bisogna attraversare la Murgia, il cuore preservato della Puglia rurale. Dalle balle di fieno che riposano sui campi, ci si trova in pochi attimi ad osservare cassetti spediti a tutta velocità nelle colonne verticali dei magazzini automatizzati, sintesi perfetta della Puglia che custodisce e innova, passato e futuro di una regione. Roberto Bianco ha accompagnato in questi anni il nostro percorso di crescita nel fare design, affinando sempre più la sua propensione verso un processo progettuale pulito, elegante, “zen”, usando una delle sue citazioni preferite. Come non essere d’accordo, il vero design è fatto di sottrazione, l’eleganza è nel dettaglio. La ICAM è un ambiente stimolante, che inverte gli stilemi e chiede al design di incunearsi nelle profondità dei magazzini, dove le merci sostano senza bisogni esasperati di vanità. Non è un caso se è tra le poche realtà pugliesi a potersi fregiare di una menzione al Compasso d’Oro.

Chi è Roberto Bianco?

Un imprenditore che ha fatto dell’innovazione il principio guida della sua attività e della sua azienda. Rivesto il ruolo di Presidente e CEO dell’azienda di famiglia, dall’età di 26 anni, dopo aver conseguito la Laurea in Economia e Commercio presso l'Università degli studi di Bari ed il Master alla Business School del MIP del Politecnico di Milano.

Fermamente convinto che è la velocità di sapersi adattare alle esigenze del mercato la strategia per poter competere, da 23 anni, guido l’azienda con passione ed entusiasmo, stimolando la propensione dei miei collaboratori all’innovazione, al cambiamento e cercando di creare il terreno fertile affinché ciò possa avvenire.

Di cosa si occupa la ICAM e quali sono le traiettorie di innovazione ad oggi individuate?

La ICAM progetta, realizza e distribuisce in tutto il mondo magazzini ed archivi automatici. Fondata nel 1957, originariamente operava nel settore degli arredi metallici per ufficio, producendo anche scaffalature leggere per uso archiviazione. Con il mio ingresso e quello dei miei fratelli, alle prese con un importante ristrutturazione aziendale, si è inaugurata una fase di innovazione e ridefinizione del business: abbandonata la produzione di arredi e intrapreso lo sviluppo e la vendita sul mercato dei primi archivi e magazzini automatici. Nel tempo, il business si è evoluto, orientandosi sempre più verso sistemi avanzati di meccatronica per risolvere le problematiche di gestione dei materiali e delle merci in ambito industriale, sanitario-ospedaliero, ufficio ed in prospettiva city logistic e retail.

Progettare e produrre archivi e magazzini automatici in Puglia. Quali sono state le sfide e le barriere principali incontrate in oltre 50 anni di storia aziendale?

Il nostro territorio si caratterizza per la bassa densità di aziende. Questo aspetto incide profondamente sulla reperibilità di competenze e know-how specifico locali, purtroppo conseguibili solo a fronte di un’esperienza maturata sul campo.

Un supporto parziale è dato dall’indotto generato dalla presenza di altre aziende di automazione, operati in settori diversi, con le limitazioni derivanti dalla non conoscenza delle problematiche specifiche del settore.

Partire dal nulla su ogni progetto, creando per intero le competenze, comporta uno sforzo superiore al normale e lunghi tempi di sviluppo tecnico, compromettendo anche i tempi di commercializzazione.

Ci racconti qualcosa del progetto SMOOV

Smoov vanta una complessità tecnologica senza eguali, nel panorama delle soluzioni per il material handling. È il risultato di un progetto maturato in diversi anni di intensa ricerca svolti dal centro di R&S interno che raccoglie le risorse migliori di ICAM in collaborazione con Università e Centri di Ricerca specializzati. Con Smoov, ICAM ha fatto un salto tecnologico importante, passando dalla realizzazione di magazzini a vassoi traslanti a sistemi di robot cooperanti. L’apertura al mondo esterno della Ricerca è stato determinante per lo sviluppo della soluzione, proprio in ragione dell’elevato livello di competenze tecniche necessarie, in ambito meccanico, dell’automazione, del software e del design. Alcune di queste competenze sono in seguite state internalizzate ed ora fanno parte della nostra azienda.

La collaborazione con il CETMA. Benefici e impressioni raccolte durante l’esperienza di collaborazione.

Se la ricerca e innovazione sono pilastri fondamentali della strategia tecnologica di ICAM, la condivisione dei progetti, rappresenta per ICAM l'unica strada per l'innovazione.

Riteniamo l’interazione tra ricerca interna e esterna la condizione fondamentale per affrontare, in modo multidisciplinare, le sfide tecnologiche e le esigenze emergenti dal mondo dell’automazione logistica. Perché la ricerca in partnership favorisce il flusso di nuove idee, l’acquisizione di nuove competenze e lo sviluppo efficiente delle attività. Con questi presupposti, da diversi anni abbiamo avviato importanti accordi di collaborazione con Università e Centri di Ricerca, tra questi il CETMA. Il CETMA è l’unica azienda Sud Italia specializzata nel Design e nelle Tecnologie dei materiali, che conta al suo interno competenze tecnologiche importanti, tali da poter offrire un valido supporto ad un cliente tecnologico come ICAM e soprattutto in un progetto molto ambizioso e con numerosi vincoli tecnici come il robot Smoov.

Cosa si aspetta dal futuro?

Ulteriori salti tecnologici ed ingressi in nuovi segmenti di mercato, ove il Design è chiamato a risolvere nuove importanti sfide annesse all’accessibilità e all’usabilità delle nostre tecnologie. È su questa strada che si sta muovendo ICAM. E i binari sono quelli dell’usabilità, della sicurezza e della qualità. La sfida del futuro è collaborare in materia di interazione uomo-macchina per offrire esperienze di utilizzo naturali, ergonomiche e sicure.



Smoov ASRV – Automated Storage Retrieval Vehicle 800x1200 in azione – CETMAdesign – (RCD 001831215-0001)



Roberto Bianco

CEO & Owner, ICAM S.r.l.

S.P. 237 delle Grotte 70017 Putignano (BA) - Italy

tel. +39 080 4911377

roberto.bianco@icamonline.eu

www.icamonline.eu






VENTI.VOLTE.VOLTI. è un progetto della divisione di Design del CETMA.

© Copyright – CETMA 2016 - Tutti i diritti riservati

Ogni diritto sui contenuti del progetto è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto nel progetto VENTI.VOLTE.VOLTI (tra cui testi, immagini ed elaborazioni grafiche) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.