News

SOS – Smart Operating Shelter: web conference per la presentazione dei risultati del progetto

Con la conferenza del 18 marzo 2021 si è celebrata la conclusione del progetto SOS – Smart Operating Shelter, un’entusiasmante avventura che CETMA ha condiviso con la capofila RI Group, specializzata nella produzione di tecno-shelter, ENEA CR Brindisi, del Politecnico di Bari, quali partner scientifici, e di Protom Group SpA, Ena Consulting Srl, Me.Spo, Kinema Srl, quali partner tecnici.



Durante la conferenza, alla quale hanno preso parte in qualità di relatori numerose personalità di spicco del mondo della ricerca e di quello accademico, scientifico ed istituzionale, sono stati presentati i risultati ottenuti con SOS, un progetto di forte attualità a livello globale per l'emergenza Covid19, vista la richiesta di posti letto in terapia intensiva e la necessità di allestire strutture sanitarie temporanee che possano dare una risposta efficace in termini di isolamento e trattamento dei pazienti contagiati.
Con SOS sono stati infatti progettati layout architettonici e indagate soluzioni ingegneristiche per allestire rapidamente strutture sanitarie mobili di facile assemblaggio e messa in opera, con pannelli sandwich smart e a basso impatto ambientale.
I ricercatori del CETMA Francesca Felline, Ubaldo Spina e Luca Rizzi si sono occupati della messa a punto delle soluzioni di pannello sandwich strutturale ed ecosostenibile smart a base di materiali quali le fibre di lino, resine provenienti da fonti rinnovabili e l’uso di materiali riciclabili come nucleo del pannello.
SOS ha proposto lo studio, la progettazione e lo sviluppo prototipale di una unità operatoria mobile per rispondere alla necessità di offrire un servizio diagnostico e chirurgico specialistico fruibile in breve tempo per rispondere a esigenze di utenti e comunità.



Il progetto si è focalizzato su due scenari, in linea con KET’s, fabbisogni e sfide nella Regione Puglia, riguardanti i materiali avanzati per costruire unità mobili in grado di erogare servizi e prestazioni idonee in ambito medicale e i sistemi di acquisizione, analisi, elaborazione, monitoraggio, interfacciamento e supporto alle decisioni pre-durante-post servizio.
Il progetto SOS “materiali avanzati ed eco-sostenibili per applicazioni in Smart Operating Shelter” rivisita in chiave innovativa, intelligente ed ecosostenibile gli shelter sanitari mobili ingegnerizzati per la realizzazione di strutture ospedaliere modulari integrate alla logistica sanitaria.
L’involucro del SOS si sviluppa su telai ISO 20’ CC ed è caratterizzato da tramezzature costituite da pannelli sandwich strutturali realizzati con materiali avanzati ed eco-sostenibili che garantiscono isolamento termico e acustico.
La struttura riconfigurabile del SOS, si avvale d’impianti polivalenti che permettono la gestione del microclima interno e assicurano la continuità ai servizi di telemedicina e diagnostica per immagini.
Il layout planivolumetrico del SOS si basa sulla sintesi del percorso sanitario ospedaliero-ambulatoriale che in sequenza microclimatica distingue:

  • ACCETTAZIONE-REGISTRAZIONE
  • PREPARAZIONE-GESTIONE-RISVEGLIO
  • SALA OPERATORIA
Tutti gli ambienti del SOS sono caratterizzati da:
a) Soluzioni di allestimento basate sui principi del Design for All, mirate a migliorare l’esperienza di accesso agli spazi e d’interazione con arredi e dispositivi da parte di pazienti e operatori sanitari;
b) Impiego di pannelli sandwich caratterizzati da materiali bio-based innovativi e sostenibili anche attraverso l’uso di materie prime seconde finalizzate a garantire risparmio energetico e comfort abitativo;
c) Dotazione di sistemi intelligenti di monitoraggio e controllo di condizioni di esercizio ambientali e funzionali;
d) Implementazione di servizi di Supporto alle Decisioni attraverso sistemi avanzati di bioingegneria.

I fattori di progettazione fondati su funzioni riconfigurabili, multifunzionali e polivalenti del SOS rappresentano i punti di forza dell’innovazione interdisciplinare voluta dall’Associazione Temporanea di Scopo costituita per aderire al bando INNONETWORK POR Puglia FESR-FSE 2014-2020.
La prefabbricazione modulare degli shelter sanitari mobili, prerogativa strutturale e impiantistica del progetto SOS, consente il dispiegamento di microarchitetture ospedaliere capaci di far fronte ai bisogni del territorio, e ha per obiettivo il supporto rapido ed efficace per medici, operatori sanitari e per tutta la comunità degli utenti.