News

Progetto SOS: ecco come saranno i mini-ospedali mobili made in Puglia

Realizzata con materiali avanzati ed eco-sostenibili, la mini-struttura ospedaliera multifunzionale, intelligente e riconfigurabile, vanta caratteristiche di trasportabilità, facilità e rapidità di montaggio, senza necessità di personale specializzato, oltre a dotazioni hitech per teleconsulti via satellite, anche con immagini TC intra-operatorie.
I ricercatori del CETMA Francesca Felline, Sarah De Cristofaro, Ubaldo Spina e Luca Rizzi si sono occupati della messa a punto delle soluzioni per i pannelli sandwich che compongono la struttura degli shelter destinati a configurare mini-ospedali mobili.
In sintonia con i principi di economia circolare, i rivestimenti esterni dei pannelli progettati da CETMA sono a base di materiali ecocompatibili come le fibre di lino e le resine provenienti da fonti rinnovabili, mentre per il nucleo sono stati utilizzati materiali completamente riciclabili. I pannelli sono stati inoltre ingegnerizzati al fine di ricavare canaline e vani tecnici per l'installazione di impianti, individuando soluzioni per la continuità inter-pannello e a filo muro.
Il prototipo è il risultato di SOS Project, cofinanziato dalla Regione Puglia attraverso il bando Innonetwork, al quale hanno partecipato, oltre a CETMA, RI Group, ENEA, Politecnico Di Bari, Protom Group, Kinema Srl, ENA CONSULTING SRL e Mespo.