Monitoraggio Strutturale

ll Laboratorio offre servizi di monitoraggio strutturale (SHM, Structural Health Monitoring), nei settori dell’ingegneria civile e industriale, finalizzati a:

  • valutare l’integrità strutturale e definire livelli di sicurezza;
  • realizzare sistemi di early warning e monitoraggio real – time;
  • identificare anomalie strutturali e valutarne l’impatto sulle performance attese;
  • effettuare il collaudo di strutture e infrastrutture in esercizio.
In funzione delle necessità del cliente, il Laboratorio propone le seguenti tecnologie:

Monitoraggio strutturale con sensori in fibre ottiche

Il monitoraggio strutturale tramite sensori in fibra ottica è effettuato su strutture/infrastrutture civili e di beni culturali e architettonici e su strutture/componenti industriali. I sensori in fibra ottica utilizzati, di due differenti tipologie (puntuale e distribuito), permettono di monitorare lo stato deformativo e termico delle strutture su cui vengono posizionati, con una risoluzione dell’ordine del µε e del decimo di °C rispettivamente. Possono altresì monitorare fenomeni vibrazionali e corrosivi che interessano l’elemento in esame.

I sensori possono essere inglobati all’interno dell’elemento da monitorare oppure applicati sulla sua superficie. In quest’ultimo caso, il CETMA ha sviluppato dispositivi smart in materiale composito, all’interno dei quali sono stati inseriti, in fase di produzione, i sensori in fibra ottica (Smart Patch - placchetta, Smart Rebar – barra, Smart Plate - piastra e Smart Textile – tessuto).

Nel caso di sensori inglobati nel componente, il monitoraggio può iniziare sin dalla fase di produzione del componente, realizzando il monitoraggio del processo di produzione tramite il controllo dei principali parametri di processo.

Monitoraggio strutturale con sensori piezoelettrici

Il monitoraggio tramite sensori piezoelettrici è effettuato su strutture/componenti industriali. I sensori a film sottile di materiale piezoelettrico utilizzati consentono di monitorare lo strato deformativo delle strutture su cui vengono posizionati, con una risoluzione dell’ordine del µε. Accelerometri piezoelettrici consentono il monitoraggio delle vibrazioni.

I sensori possono essere configurati, attraverso l’idonea elettronica di comando/controllo, in modo tale da comunicare in modalità wireless con l’unità di acquisizione dati.

Monitoraggio strutturale con Strain Gages

Il monitoraggio tramite estensimetri elettrici a resistenza è effettuato su strutture/infrastrutture civili, beni culturali e architettonici e su strutture/componenti industriali. Tali dispositivi permettono di monitorare lo stato deformativo delle strutture su cui vengono posizionati, con una risoluzione dell’ordine del µε, in modalità monoassiale, biassiale o triassiale.

Monitoraggio strutturale con LVDT

Il monitoraggio tramite Trasformatore Differenziale di Tensione Lineare è effettuato su strutture/infrastrutture civili, beni culturali e architettonici e su strutture/componenti industriali. Tale dispositivo consente di monitorare nel gli spostamenti delle strutture su cui viene posizionato.